Aromaterapia del buonumore


1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (No Ratings Yet)
Loading...

Utilizzare il naso per inalare gli oli essenziali può aiutare a superare eventuali momenti complicati che inevitabilmente possono far capolino nell’esistenza di ognuno. Per aromaterapia si intende una pratica che, affiancandosi alla fitoterapia, sfrutta tutte quelle che sono le qualità curative della piante, valide alleate per un benessere che non proviene esclusivamente dall’alimentazione. Scendendo maggiormente nel particolare, l’aromaterapia si avvale dei cosiddetti oli essenziali, a loro volta consistenti in sostanze di tipo volatile dotate di odori più o meno spiccatamente percepibili.

Gli effetti

Qualora si intenda optare per l’aromaterapia, cosa buona e giusta è premettere che questa prevede l’inalazione di odori rilasciati nell’aria per mezzo di diffusori. Le sostanze volatili presenti negli oli essenziali di alcune piante aiutano non solo ad attenuare, ma anche a prevenire disturbi e fastidi di ordine fisico o psicologico. Avvalersi del naso potrebbe, almeno in questo caso, salvare ciascun individuo da momenti di sconforto, regalando ad ognuno la forza di andare avanti e di affrontare le problematiche legate alla propria esistenza, con l’aiuto di un buon umore che non guasta mai. Numerosi studi condotti a proposito hanno dimostrato che l’olfatto, uno dei sensi più sviluppati dell’essere umano, ha la qualità di inficiare positivamente o negativamente sulle emozioni di tutti. Tutto questo in modo persistente e duraturo. Una percentuale considerevole degli intervistati oggetto di questi studi, più del 90% di essi, ha affermato di essere influenzato dagli odori inalati. In aggiunta, il 73% di loro ha inoltre detto che annusare le fragranze emanate degli oli essenziali fa affiorare in loro momenti piacevoli vissuti in passato, momenti il cui solo pensiero li aiuta a star meglio e ad affrontare la giornata nella maniera giusta. In ultimo, non in ordine di importanza tuttavia, un’altra fetta corposa dei soggetti presi in analisi ha dichiarato che un profumo godibile è capace di farli sentire fin da subito maggiormente rilassati e soprattutto pazienti.

Qualche esempio

Ma quali sono le fragranze più utilizzate? In seguito un breve elenco a proposito:
– lavanda. Riequilibrando le funzioni del sistema nervoso centrale, la lavanda contribuisce a calmare l’ansia, lo stress e l’agitazione, alleviando poi disturbi di carattere fisico come ad esempio il mal di testa;
– menta. Il suo effetto rinfrescante estende i propri confini anche per ciò che concerne la psiche, alleggerendo i pensieri negativi e ripristinando il normale equilibrio psicofisico. La menta è caldamente consigliata per mansioni che richiedono sollecitazioni mentali notevoli, tra cui lo studio o lavori d’ufficio;
– pino. Esso, rinvigorendo, elimina completamente la sensazione di stanchezza che può attanagliare chiunque dopo una routinaria giornata lavorativa. Grazie a questa sua azione stimolante, il pino è noto ai più anche per la sua azione afrodisiaca.