Aforismi di Giobbe Covatta

Omaggio a Giobbe Covatta, comico napoletano, autore di ‘Parola di Giobbe’.

1. Era cosi’ povera che quando si mangiava le unghie apparecchiava la tavola.

2. E Dio creo’ Adamo dal fango, lo creo’ a sua immagine e somiglianza e poi gli sputo’. E Adamo disse “cominciamo bene!!”.

3. Dalla seconda lettera ai Corinti: “Cari Corinti, potevate almeno rispondere alla prima …”.

4. Golia era cosi’ grosso che al confronto Schwarzenegger sembrava Don Lurio… Davide era cosi’ piccolo che al confronto Don Lurio sembrava Schwarzenegger…

5. Dimmi, o Signore, perche’ se in Germania si cappotta una macchina rifanno la macchina, e in Italia se si rovescia un treno licenziano il macchinista?

6. Noe’ era il prediletto del Signore: viveva nel deserto divorato dalla sete e dai pidocchi.

7. Diaframma: Sistema usato per fare venire i bambini a fuoco; se andate in Kenia e in seguito vi nasce un figlio scuro, il diaframma era troppo aperto: in Kenia in caso usate il flash.

8. Colombo fece l’uovo e invento’ l’America e a giudicare dal risultato li fece uscire tutti e due dallo stesso buco.

9. Caro Gesu’ Bambino, ti ringrazio per aver esaudito i miei desideri dell’anno scorso. Ti avevo chiesto di eliminare la fame nel mondo, ed infatti quelli che avevano fame sono quasi tutti morti.

10. Ti ricordi i vecchi compagni che piangevano quando e’ morto Berlinguer? Adesso piangono perche’ e’ vivo D’Alema.

11. Giuliano Ferrara e’ l’unico al mondo che tiene il bide’ con lo specchietto retrovisore.

12. In quel tempo il Signore aveva deciso di distruggere Sodoma, citta’ di sodomiti in cui nessuno si affacciava al davanzale perche’ anche in famiglia ci si fidava poco.

13. Mose’: quest’uomo che tanto ha dato al ciclismo in Italia e nel mondo…

14. Creazione: In sei giorni il Signore aveva creato tutte le cose: il sole, la luna, quello scemo di Maradona, i puffi, la forfora, e tutti gli animali del creato, tranne Andreotti, che era gia’ suo segretario da tempo immemorabile.

15. All’inizio era il Verbo… Il complemento oggetto venne molto tempo dopo.

16. Il Signore aveva detto: “Piovera’ per quaranta giorni”, ma poi si distrasse, si dimentico’ di Noe’, e dopo centocinquanta giorni pioveva ancora.

17. Si era nella notte dei tempi e Dio era ancora immensamente piccolo.

18. E il serpente guardo’ Adamo e disse: “Chillo e’ n’ora che va parlanno co’ nu porco… Ti pare intelligente?”

19. In quella Eva si trovava vicino a un albero; a un tratto si giro’ e vide un serpente. E disse: “Che schifo!”. “Sei bella tu!” rispose il serpente, che era permaloso.

20. E’ lecito chiedersi come Caino e Abele abbiano potuto generare l’umanita’.