Aforismi di Arthur Schopenhauer

Omaggio ad Arthur Schopenhauer, nato a Danzica nel 1788 e morto a Francoforte nel 1860.

1. La salute sta tanto al di sopra di tutti i beni esteriori che in verita’ un mendico sano e’ piu’ felice di un re malato.

2. La ricchezza assomiglia all’acqua di mare: quanto piu’ se ne beve, tanto piu’ si ha sete.

3. Gli amici si dicono sinceri, ma in realta’ sinceri sono i nemici.

4. Le religioni sono come le lucciole: per splendere hanno bisogno delle tenebre.

5. Gli uomini hanno bisogno di qualche attivita’ esterna, perche’ sono inattivi dentro.

6. Non v’e’ dubbio che la vita non ci sia stata data perche’ ne godiamo, ma per vincerla – per superarla.

7. Solo il cambiamento e’ eterno, perpetuo, immortale.

8. Quello che la gente chiama comunemente destino, e’ costituito per lo piu’ dalle sue stupide gesta.

9. Il destino mescola le carte e noi giochiamo.

10. L’intelligenza e’ invisibile per l’uomo che non ne possiede.

11. Per ogni libro degno di essere letto c’e’ una miriade di cartastraccia.

12. Perdonare e dimenticare vuol dire gettare dalla finestra una preziosa esperienza gia’ fatta.

13. L’affettare una qualita’, il gloriarsene, e’ un confessare che non la si possiede.